Recensioni

Il respiro e Il freddo

Il respiro e Il freddo di Thomas Bernhard

Sono i titoli dei primi due romanzi che compongono l'autobiografia dell'austriaco Thomas Bernhard. Li leggo davanti al tepore della stufa, perchè pagina dopo pagina il freddo penetra più a fondo nelle ossa, si accampa nei polmoni e rende difficile il respiro.

Leggi tutto:

In Movimento

In Movimento di Oliver Sacks

S’intitola On the Move, a Life l’autobiografia del neurologo e scrittore inglese Oliver Sacks (1933 -2015), pubblicata da Adelphi con il titolo In Movimento. La foto di copertina mostra un Sacks giovane, cavalcioni di una moto; un’immagine virile, atletica, molto diversa da quella tradizionale del vecchio con folta barba grigia, poco attraente se non per lo sguardo di una vivacità indomita, cui ci ha abituato l’iconografia sacksiana.

Leggi tutto:

Jane Eyre

Jane Eyre di Charlotte Brontë
Di Jane Eyre avevo ricordi di lettura sbiaditi e presi a prestito, che lo collocavano tra i romanzi melodrammatici d’Ottocento dotati di figura d’eroina nei secoli inossidabile: Jane è l’istitutrice che s’innamora dell’aristocratico datore di lavoro, tal Rochester, e che, dopo molti equivoci e colpi di scena, si sposa con lui. Anzi, per dirla con la sua forza: “Lettore, lo sposai”.

Leggi tutto:

Jimmy's Hall

Jimmy's Hall di Ken Loach

La storia si svolge nella grigioverde Irlanda degli anni Trenta del secolo scorso. La Grande Depressione ha diffuso la povertà, ma anche il pensiero socialista e il desiderio di liberarsi dall'oppressione culturale esercitata dalla Chiesa. Dieci anni prima, nella contea di L., Jimmy aveva aperto in campagna una specie di piccolo centro ricreativo culturale per i giovani.

Leggi tutto: